1° anniversario COMIP: Progetto Itaca Parma c’era!

Il 20 novembre ad Orte (VT) si è svolto il primo anniversario della nascita di COMIP (Children Of Mentally ill Parents), la prima Associazione Italiana che si occupa di figli di genitori con disturbo mentale. Lo stesso giorno, non a caso, cadeva la Giornata Internazionale per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza e Club Itaca Parma è stato invitato a partecipare.

La giornata si è aperta con un’amichevole di calcio a 5 tra la squadra locale, Ortana Calcio e la Nazionale Italiana pazienti psichiatrici, vincitori del titolo mondiale 2017 al DREAM WORLD CUP di Roma. Nell’anno della clamorosa esclusione della Nazionale Italiana dai mondiali di calcio, non si può non sottolineare che a risollevare l’orgoglio calcistico nazionale ci abbiano pensato proprio i pazienti psichiatrici, a riprova che un disturbo mentale non preclude necessariamente traguardi importanti e meritati.

In serata è stata offerta un’apericena cui è seguita la proiezione del film-documentario Crazy for footbal , regia di Volfango De Biasi . Il Film racconta la nascita e la prima esperienza internazionale della Nazionale Italiana malati psichiatrici, approdati in Giappone nel 2016 e vincitori del terzo posto; Il film ha vinto il Premio Donatello come miglior documentario.

Alla serata sono intervenuti Enrico Zanchini, allenatore della squadra e Santo Rullo, presidente dell’Associazione Italiana Psichiatria Sociale, ideatori e promotori del progetto nazionale calcio per pazienti psichiatrici e sostenitori dello sport come strumento efficace per il reinserimento sociale.

La loro partecipazione all’evento sottolinea la vicinanza alla causa sostenuta da COMIP nel voler sostenere i giovani caregiver adolescenti. Lo sport è una grande risorsa per il disagio mentale e per il riscatto sociale di molti pazienti e può altresì essere uno spunto importante per l’azione di sostegno e prevenzione rivolto ai giovani caregiver che si trovano a dover fronteggiare situazioni di disagio dei propri familiari malati. Non sempre i ragazzi sanno trovare sostegni medici o istituzionali sufficienti ne per i loro familiari ne per sé stessi. C’è ,nel sistema sanitario e sociale una grave carenza di strumenti a loro disposizione: è qui che si inserisce l’indispensabile azione di COMIP.

A tal proposito COMIP ha aderito ad un progetto di ricerca internazionale, H2020 ME WE- psychosocial support for promoting mental healt and wellbeing among adolescent young carers in europe che grazie ad un bando di ricerca internazionale UE, permetterà nei prossimi due anni, ad alcuni Paesi Europei, di portare avanti progetti di ricerca rivolti appunto ai giovani adolescenti, figli di pazienti psichiatrici con l’obiettivo di sviluppare percorsi di prevenzione e dare strumenti di sostegno attivi.

La serata è stata organizzata da Stefania Buoni, fondatrice di COMIP e“guerriera “instancabile assieme agli altri soci fondatori Carlo Miccio, autore del libro LA TRAPPOLA DEL FUORIGIOCO e di Gaia Cusini, educatrice.

Itaca e Comip sono affini nelle tematiche e negli intenti: ambedue operano per incrementare la sensibilizzazione, l’informazione e la prevenzione di ciò che è connesso alla malattia mentale e ambedue cercano di dare risposta al disagio che colpisce i famigliari dei malati. Per questa ragione ci auspichiamo di poter presto ospitare Stefania, Gaia e Carlo a Itaca Parma e magari in futuro di poter collaborare attivamente.

Paola Gennari

, , ,

Altri articoli correlati

Menu