Giovedì 3/10 il reading di “Bisognava provarci” a laFeltrinelli di Parma

La voce di Giordana, che nonostante una vita passata tra manicomio e servizi psichiatrici – lei che a Colorno ci è nata – sa ancora cantare a squarciagola la sua canzone preferita: “Felicità! Un bicchiere di vino, con un panino, la felicità!”

La voce di Mario, quando supera quell’attimo di smarrimento e tra sé e sé decide: “Rimetto la delega? No, li libero. Li riporto a casa”.

La voce di Vincenzo, che nel raccontare il suo lavoro di psichiatra a Colorno, esclama: “Tutto questo, ogni giorno, era fonte di grande tensione e di vera e propria sofferenza; ero giovane ma sembravo già vecchio”.

Queste voci raccontano la storia dell’Ospedale Psichiatrico di Colorno e della comunità che seppe chiuderlo. Immaginandosi una risposta diversa alla malattia mentale: mai del tutto formulata, mai del tutto compiuta. Su cui ancora oggi si interroga. Perché non c’erano (e non ci sono?) ricette pronte, armi segrete, libretti di istruzione. Perché nessuno sapeva davvero come, ma bisognava provarci.

Vieni ad ascoltarle

Giovedì 3 ottobre 2019, ore 18
Libreria “laFeltrinelli” di Parma – Strada Farini 17

READING dal libro di Progetto Itaca Parma
“Bisognava provarci. Parma e la malattia mentale: dal manicomio ai servizi psichiatrici territoriali”
Letture recitate a cura di Raffaele Rinaldi e Resi Alberici

Interverranno:

  • Gli autori: Valerio Cervetti, Ilaria Gandolfi, Paola Gennari
  • Gianni Caselli, Vicepresidente di Progetto Itaca Parma
  • Pietro Pellegrini, Direttore del Dipartimento Assistenziale Integrato Salute Mentale Dipendenze Patologiche dell’AUSL di Parma

 

 

, , , ,

Altri articoli correlati

Menu